Simonetta Stefini: 3471513964 - vitacolcane@gmail.com -  Seguici su:    

Fare usare la mente al cane: mobility dog e problem solving

Il cane è dotato di un cervello, permettiamogli di usarlo!

Consentire al cane di sviluppare le proprie capacità mentali contribuisce al suo benessere psicofisico, all’accrescimento della fiducia in sé stesso, alla capacità di concentrazione e autocontrollo e al miglioramento della qualità del rapporto con la famiglia.

La mobility dog e, i giochi di problem solving o attivazione mentale sono indicati per cuccioli e cani adulti e sono spesso determinanti per affrontare problematiche comportamentali quali paure, fobie, iperattività e problemi da separazione.

Attenzione: le suddette attività, se mal eseguite, possono produrre nel cane effetti negativi come frustrazione, stress negativo, insicurezza e sfiducia nei proprietari.


La mobility dog

La MobilityDog® è una disciplina non agonistica e non competitiva nata in Svizzera negli anni ‘90 e prevede il superamento di 18 ostacoli ben precisi.
Tuttavia è possibile mantenere le finalità di questa disciplina utilizzando qualsiasi ostacolo o attrezzo a disposizione sia in casa che in ambito urbano.

Affrontare e superare ostacoli di vario tipo ha molti effetti positivi sia sul cane che sulla relazione con il proprietario: aumenta l’autostima, aumenta la capacità di comunicazione tra i soggetti migliorando l’intesa e la collaborazione, aumenta la fiducia nel compagno umano, allena la capacità di concentrazione del cane, ha un effetto rilassante abbassando lo stress.

Infine consente al cane di compiere movimenti non abituali acquisendo competenze motorie e aumentando le facoltà di apprendimento e la flessibilità cognitiva, nonché la percezione degli arti posteriori.

L’area scuola è appositamente attrezzata con ostacoli quali la passerella, la scala, gli pneumatici, l’ondulato, il tubo, i salti, il podio e tanto altro.

Una volta apprese le modalità con cui far affrontare gli ostacoli al cane, potrete sbizzarrirvi nella quotidianità utilizzando vari ostacoli o attrezzi che avete in casa oppure presenti nell’arredo urbano.
Per esempio affrontare le griglie con il vuoto, passare sotto una panchina, stare in equilibrio su un muretto, camminare su superfici particolari…

L’attività di mobility, come qualsiasi attività che stimola l’uso della mente del cane, è piuttosto stancante e quindi è ideale per tenere impegnato il cane nelle giornate di pioggia quando è disagevole uscire in passeggiata.

In tutti i corsi di educazione sia per cuccioli che per cani adolescenti ed adulti è prevista l’introduzione all’attività di mobilily che può essere approfondita successivamente al termine del corso con incontri dedicati.


Problem Solving o attivazione mentale

Il Problem Solving è un’attività utile per allenare la mente del cane e per sviluppare le sue capacità mentali.

Consiste nel sottoporre al cane, con una corretta sequenza e progressione, dei giochi creati per motivare il cane a trovare autonomamente la soluzione.

Nei giochi viene nascosto del cibo appetitoso che il cane dovrà riuscire a raggiungere utilizzando il fiuto, il muso, la bocca, le zampe.

Il cane pertanto sviluppa la sua capacità di ragionare ed è indotto a riflettere e a concentrarsi.

Inoltre acquisisce fiducia, sicurezza ed autostima in quanto è in grado di risolvere dei problemi.

Anche il proprietario diventa più interessante agli occhi del cane in quanto gli propone dei giochi divertenti ed interessanti.

E’ evidente che un cane allenato e competente è in grado di affrontare più serenamente e quindi con meno stress le varie situazioni quotidiane.

L’attività di problem solving, come qualsiasi attività che stimola l’uso della mente del cane, è piuttosto stancante e quindi è ideale per tenere impegnato il cane nelle giornate di pioggia quando è disagevole uscire in passeggiata.

Il problem solving è un’attività che ha risvolti a doppio taglio, se mal eseguita provoca gli effetti contrari a quelli desiderati cioè stress, insicurezza e disistima.
Il cane non deve mai essere lasciato da solo a risolvere il problema.

In tutti i corsi di educazione sia per cuccioli che per cani adolescenti ed adulti è prevista l’introduzione all’attività di problem solving che può essere approfondita successivamente al termine del corso con incontri dedicati.